Ue lancia standard per 'green bond' per riuscire a rispettare obiettivi clima

·2 minuto per la lettura
Bandiere Ue davanti alla sede centrale della Commissione europea a Bruxelles

(Reuters) - La Commissione europea ha proposto un nuovo standard per i 'green bond' europei per indirizzare risorse verso progetti che aiutino il blocco a raggiungere l'obiettivo di emissioni zero entro il 2050.

Lo schema volontario punta a creare uno standard di riferimento per le aziende e i governi che vogliono raccogliere denaro per progetti e programmi in difesa dell'ambiente e fa parte della seconda edizione del pacchetto di Finanza sostenibile della Ue.

Mentre il mercato globale delle obbligazioni verdi è in forte crescita -- superando i 1.000 miliardi di dollari di ammontare totale -- lo standard punta anche a contribuire a frenare il fenomeno del "greenwashing", in cui gli emittenti sfoggiano slogan ambientali che non hanno però un vero e proprio riscontro. Le autorità Ue affermano che tale pratica richiede uno scrutinio più severo.

"La nostra proposta di uno standard per le obbligazioni green Ue rappresenterà uno standard di riferimento per il mercato e risponderà alle esigenze degli investitori di uno strumento affidabile e solido quando si investe in maniera sostenibile", ha detto Mairead McGuinness, Commissaria per la Stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l'Unione dei mercati dei capitali.

L'emissione di obbligazioni green è ancora limitata a circa il 2-4% del totale del mercato obbligazionario, ma cresce in fretta.

Sebbene non ci sarà alcun obbligo per gli emittenti di utilizzare lo standard fissato dalla Ue, una vigilanza più severa su chi lo farà potrebbe portare molte aziende ad adottarlo, specialmente all'interno della regione, anche se potrebbero utilizzarlo anche emittenti esterni al blocco.

Tuttavia gli emittenti che offrono obbligazioni nell'ambito del regime Ue possono essere multati dalle autorità nazionali se non rispettano appieno gli obblighi di divulgazione, ha detto un funzionario Ue.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli