Ue lavora a una procedura di infrazione contro l'Ungheria sulla legge anti-Lgbtq

·1 minuto per la lettura
(Photo: Laszlo Balogh via Reuters)
(Photo: Laszlo Balogh via Reuters)

La Commissione europea lavora a una lettera di messa in mora all’Ungheria per la legge anti-Lgbtq. Secondo quanto si apprende le spiegazioni di Budapest a Bruxelles, non sono state considerate soddisfacenti, e salvo cambiamenti di rotta da parte del governo di Orban, l’apertura di una procedura di infrazione appare inevitabile.

“Non siamo ancora nella fase in cui possiamo dire che una lettera di infrazione è stata inviata” all’Ungheria per la legge anti-Lgbtq, “ma non resteremo a lungo senza agire. Una lettera di messa in mora richiede tempo, e faremo annunci quando sarà il momento”, ha detto la portavoce della Commissione europea, Dana Spinant, ad una domanda.

“La Commissione europea userà tutto ciò che è in suo potere per garantire che i diritti di tutti i cittadini dell’Ue siano garantiti. Non esiteremo ad agire, in qualità di guardiani dei Trattati”, ha aggiunto il portavoce dell’Esecutivo comunitario per lo stato di diritto, Christian Wiegand.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli