Ue, M5s: pur di colpire noi, Lega si condanna all'irrilevanza -2-

Luc

Roma, 17 lug. (askanews) - "Il MoVimento 5 Stelle in 5 anni di Parlamento europeo - viene ricordato sul blog delle stelle - ha sempre guardato alle proposte e non a chi le avanzasse. Abbiamo sempre votato in maniera trasversale sulle proposte che ci permettevano di realizzare il nostro programma ed è grazie a questo atteggiamento che con poco più di 10 deputati abbiamo ottenuto risultati importanti nella precedente legislatura. Tra regalare milioni di euro dei cittadini a Radio Radicale (alias Radio Soros) come ha fatto la Lega e risolvere la crisi migratoria sostenendo la revisione del principio 'chi prima accoglie poi gestisce', se permettete, scegliamo la seconda opzione. Così come sul salario minimo. Sia in Italia che in Europa vogliamo portare avanti questa legge di civiltà e lo faremo con tutte le nostre forze. E se qualcuno sostiene questa nostra battaglia, così come annunciato dalla Von der Leyen, allora noi la sosteniamo. Se dovesse tradire le promesse, non avrà più i nostri voti. E molto probabilmente non avrà una maggioranza per fare alcunché".

"Noi in Europa - ricordano i pentastellati - vogliamo essere determinanti e lo abbiamo dimostrato da subito. Del resto anche Luigi Di Maio, prima delle elezioni, l'aveva detto: 'Saremo l'ago della bilancia del prossimo parlamento europeo. Voteremo chi è disposto a realizzare i nostri obiettivi e detteremo noi l'agenda politica'. Speravamo di farlo con un gruppo nuovo, invece ci siamo riusciti addirittura stando nei non iscritti".

"Mentre la Lega fa finta di smarcarsi dalla Von der Leyen, ora chiede che venga nominato un leghista come vice della Von der Leyen. Avete capito bene: il vice presidente della Commissione vorrebbero fosse un leghista. Ma a questo punto, se questi sono i brutti e cattivi, lo sono sempre. Abbiano coerenza almeno in questo", concludono i pentasellati.