Ue, Marcucci: su Mes vediamo valutazioni Conte ma per me va usato

Pol-Afe

Roma, 21 lug. (askanews) - "Serve un approccio non ideologico, il Mes non può essere una bandierina da tirare da una parte o dall'altra. Vedremo la valutazione che farà Conte in settembre, per me 36 miliardi per la nostra sanità sono da utilizzare". Lo dice Andrea Marcucci, capogruppo del Pd a Palazzo Madama, in una intervista ad 'Affari italiani'.

"Il Mes - spiega - è uno strumento che prevede tassi negativi ed ha il solo vincolo della destinazione alle strutture ospedaliere. Non mi è piaciuta l'operazione di chi ha tentato di usarlo per creare una difficoltà al governo. Ma se non mi piacciono i commenti di alcuni esponenti Cinque stelle come Di Battista, non mi piacciono neanche quelli dei pasdaran di segno opposto".

Il Pd è consapevole che sul Mes la maggioranza potrebbe spaccarsi? Anzi, che il Fondo Salva stati potrebbe addirittura dare vita a una maggioranza alternativa? "Sono fantasie - dice Marcucci - lontane da qualsiasi contesto reale. Altra cosa, invece, è discutere dell'opportunità di creare un forte clima di collaborazione istituzionale, almeno da parte di tutti coloro che hanno sostenuto, ed a ragione, la maggioranza di Ursula von der Leyen. Non penso ad una nuova maggioranza, ma a un confronto virtuoso tra la maggioranza ed una parte delle opposizioni. Stiamo celebrando l'affermazione di una idea dell'Europa e la sconfitta di chi ha puntato al disastro. Sulle riforme, questo nuovo clima dovrebbe potersi vedere".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
Visualizza reazioni0