Ue: Mattarella, 'per Italia importante ingresso Paesi balcanici'

webinfo@adnkronos.com

"Avvicinare sempre di più gli amici Paesi dei Balcani occidentali alla casa comune europea è obiettivo al quale la Repubblica italiana attribuisce grande importanza. Siamo convinti che il destino dell'intera regione balcanica sia inscindibile da quello degli altri Paesi europei, perchè i Balcani sono Europa, sono parte integrante della medesima storia e della stessa civiltà". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo, presso la sottostazione Terna di Cepagatti, in provincia di Pescara, all'inaugurazione dell'infrastruttura di interconnessione Italia-Montenegro, che "un forte valore strategico di livello europeo: rappresenta, infatti, il primo vero 'ponte elettrico' -ha sottolineato il Capo dello Stato- fra l’Unione europea e i Balcani".  

"Le reti, elettriche, informatiche, ferroviarie e autostradali, sostengono - afferma il Capo dello Stato - la crescita, dischiudono nuove opportunità e attraggono investimenti. L’elettrodotto Montenegro-Italia si inserisce pienamente in questo quadro, favorendo la partecipazione dei Paesi dei Balcani occidentali alle strategie europee e il progressivo allineamento da parte loro agli standard comunitari anche in ambito energetico e climatico, promuovendo scambi di elettricità proveniente da fonti rinnovabili".