Ue, nuove sanzioni contro petrolio russo, altre banche escluse da Swift - Borrell

Josep Borrell, alto rappresentante Ue per gli affari esteri

BRUXELLES (Reuters) - L'Unione europea sta lavorando a nuove sanzioni contro la Russia a causa della guerra contro l'Ucraina, che coinvolgeranno l'industria petrolifera di Mosca, ulteriori banche russe e coloro che portano avanti campagne di disinformazione.

Lo ha detto Josep Borrell, alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri del blocco.

"Stiamo lavorando al sesto pacchetto di sanzioni che punta a escludere dallo Swift più banche, a individuare i responsabili della disinformazione e contrastare le importazioni di petrolio", si legge in un tweet di Borrell.

Il commissario Ue ha aggiunto che le proposte della Commissione saranno presentate ai 27 stati membri del blocco per riceverne l'approvazione.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen dovrebbe illustrare domani le sanzioni proposte, hanno riferito funzionari, che dovrebbero comprendere un veto sulle importazioni di petrolio russo entro la fine di quest'anno.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli