Ue: Parrini (Pd), 'futuro progressisti è nel riformismo che parla a intera società'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 set (Adnkronos) – "Il futuro dei progressisti europei è nel riformismo risoluto capace di parlare all'insieme della società e non nel massimalismo di bandiera". Lo dice il senatore del Pd Dario Parrini, presidente della commissione Affari costituzionali.

"Lo hanno dimostrato di recente Jonas Støre in Norvegia e Olaf Scholz in Germania. Lo dimostra nel Regno Unito il coraggioso discorso con cui Keir Starmer ha chiuso il congresso laburista attaccando frontalmente il premier Boris Johnson e tagliando ogni ponte ideologico col corbynismo. 'Mai più un manifesto elettorale che non sia un programma concreto. Partito di governo, non partito di protesta. Invece di urlare slogan dobbiamo cercare di cambiare la vita delle persone'", spiega Parrini.

"I seguaci della sinistra radicale interna lo hanno contestato ma è certo che Starmer porterà fino in fondo la svolta che ha deciso di imprimere al suo partito, tra l'altro commentata positivamente sia dai sindacati che dalle imprese. A Starmer, figlio di un operaio e di un'infermiera e primo della sua famiglia ad andare all'università, non pare far difetto la determinazione. La sua missione è riportare il Labour alla vittoria elettorale dopo sedici anni e quattro sconfitte consecutive", conclude Parrini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli