Ue, più vaccini anticovid a Paesi in via di sviluppo entro fine anno

·1 minuto per la lettura
Bandiera dell'Unione europea davanti alla sede della Commissione Ue a Bruxelles

GINEVRA (Reuters) - La pandemia sta prendendo due percorsi distinti a livello globale, con alcuni Paesi colpiti da ondate di ricoveri e decessi, aggravati dalle varianti del coronavirus, ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

John Ryan, un alto funzionario sanitario della Commissione europea, ha detto durante un briefing che il blocco spera di donare altre 100 milioni di dosi di vaccini contro il Covid-19 ai Paesi in via di sviluppo entro la fine dell'anno, principalmente attraverso il programma internazionale Covax.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli