Ue: Prodi, uscita da euro sarebbe suicidio

(ASCA) - Firenze, 7 mag 2014 - ''L'uscita dall'euro sarebbe un suicidio e ci isolerebbe''.�Lo ha detto l'ex Presidente del Consiglio, Romano Prodi, ospite della conferenza internazionale 'The State of the Union', promossa dall'Istituto Universitario Europeo ed inaugurata oggi alla Badia Fiesolana.� ''Quello del prossimo�25 maggio�- ha aggiunto Prodi, rispondendo alle domande del Presidente dell'European University Institute Joseph H.H.Weiler, e di Brigid Laffan, direttore del Robert Schuman Centre for Andvanced Studies - sara'�un voto decisivo per l'Europa''. Dopo la scadenza elettorale, in ordine di tempo, arrivera'�il semestre italiano, che per Prodi avra' come compito principale quello di�''dare coraggio alle decisioni europee''. ''Gli italiani - ha aggiunto ancora Prodi - sono delusi dall'Europa perche' attribuiscono all'Unione Europea delle colpe e dei guai che invece derivano dalla crisi economica, da altri fattori e, soprattutto, dalla poca Europa. Sono convintissimo che questa nuova sfida ai cosiddetti euroscettici o anti europei sara'�importante. Obblighera'�finalmente ad uscire da una stasi, con questo grande progetto europeo che negli ultimi anni ha faticato ad avanzare. Le prossime elezioni europee sono importanti perche'�e'�la prima volta che si parla di cose europee - ha concluso Prodi -, mentre di solito nelle elezioni europee si parla di cose nazionali. E' un bel confronto - ha concluso Prodi - e ci sono idee contrastanti fra i candidati alla presidenza''.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.