Ue inasprirà sanzioni contro Bielorussia su escalation crisi confine

·2 minuto per la lettura
L'alto rappresentante per gli Affari Esteri dell'Unione europea Ue Josep Borrell a Kiev

BRUXELLES (Reuters) -L'Unione europea inasprirà le sanzioni contro la Bielorussia e ne potrebbe estendere la portata per includere compagnie aeree e altri soggetti coinvolti nel trasporto dei migranti mentre si intensifica la crisi al confine polacco.

Lo ha detto l'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza della Ue Josep Borrell.

In vista di un vertice dei ministri degli Esteri Ue, il tedesco Heiko Maas ha affermato che alle compagnie aeree potrebbe essere detto di smettere di trasportare migranti a Minsk se non vogliono rischiare di non poter più atterrare in Europa. "Non siamo assolutamente alla fine della spirale delle sanzioni", ha aggiunto.

L'Europa accusa la Bielorussia di lanciare un "attacco ibrido" trasportando migranti da Stati come Siria e Afghanistan per poi spingerli ad entrare illegalmente in Polonia. La Bielorussia ha ripetutamente respinto le accuse.

Questa mattina, le guardie di frontiera polacche hanno avvisato i migranti dall'altro lato del confine, utilizzando dei megafoni, che contro di loro potrebbe essere usata la forza se dovessero disobbedire agli ordini, dopo che Polonia e Lituania hanno riferito di aver fermato ciascuna oltre 100 persone che ieri cercavano di attraversare il confine.

Arrivando al meeting di Bruxelles, Borrell ha detto ai giornalisti che i ministri oggi approveranno ulteriori sanzioni contro Minsk. La Ue potrebbe anche cercare di espanderle in modo da includere compagnie aeree, agenzie di viaggio e altre persone coinvolte nel trasporto di migranti in Bielorussia.

Borrell ha riferito di aver detto al ministro degli Esteri bielorusso nel weekend che la situazione al confine con la Ue è totalmente inaccettabile e che sono necessari aiuti umanitari.

Il presidente bielorusso Alexandr Lukashenko ha dichiarato, secondo quanto riferito dalla stampa, che Minsk intende prendere contromisure contro qualsiasi nuova sanzione approvata dall'occidente.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli