Ue raggiunge accordo su porta unica per ricarica cellulari, penalizzata Apple

Adattatori da USB-C a Lightning presso un Apple store a Chicago

BRUXELLES (Reuters) - Apple dovrà cambiare il connettore dei propri iPhone venduti in Europa entro il 2024, dopo che gli stati Ue e il Parlamento europeo hanno raggiunto l'accordo per avere un'unica porta di ricarica per cellulari, tablet e fotocamere digitali.

L'accordo è una novità a livello mondiale ed è stato raggiunto dopo che diverse aziende non sono riuscite a trovare una soluzione comune. La Commissione europea aveva avanzato più di dieci anni fa una proposta per un'unica porta di ricarica per dispositivi.

Chi possiede sia iPhone che smartphone Android si lamenta da tempo di dover utilizzare caricatori diversi per i loro dispositivi. Il primo si carica con un cavo Lightning, mentre i dispositivi basati su Android sono alimentati da connettori USB-C.

In base a uno studio della Commissione condotto nel 2019, la metà dei caricabatterie venduti con i telefoni cellulari nel 2018 aveva un connettore USB micro-B, mentre il 29% aveva un connettore USB-C e il 21% un cavo Lightning.

"L'accordo raggiunto questa mattina consentirà ai consumatori di risparmiare circa 250 milioni di euro", ha detto in un comunicato Thierry Breton, Commissario europeo per il Mercato interno.

"Permetterà inoltre a nuove tecnologie come la ricarica wireless di maturare senza che l'innovazione diventi una fonte di frammentazione del mercato e di disagi per i consumatori", ha aggiunto.

"Entro l'autunno del 2024, l'USB Type-C diventerà la porta di ricarica comune per tutti i telefoni cellulari, i tablet e le fotocamere nell'Unione europea", si legge in un comunicato del Parlamento europeo.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli