Ue, Renzi e Juncker difendono l'Europa: tra 20 anni sarà più forte

Pol/Gal

Roma, 12 ott. (askanews) - Matteo Renzi e Jean Claude Juncker insieme a difesa dell'Europa. Il quotidiano francese Les Echos, che celebra oggi i suoi 110 anni di vita, l'ex presidente del Consiglio e il presidente della Commissione europea scrivono sul tema "Dove sarà l'Europa nel 2038?".

"Un processo storico si sta compiendo - scrive Renzi - i nemici dell'Europa l'hanno capito ancora meglio. Quelli che vorrebbero distruggere tutto, ripristinare le frontiere, le barriere e i passaporti. Potete chiamarli populisti, sovranisti, demagoghi: non importa. Il fatto è che hanno capito l'importanza strategica dell'Europa e, per loro, l'Europa è il nemico da abbattere. A qualunque prezzo. Io penso che nel 2038 avremo bisogno di più Europa, non di meno Europa".

"Tra 20 anni - scrive Juncker - l'Europa sarà più forte, più ambiziosa, più sovrana o non esisterà più, che piaccia o no ai nazionalisti e agli euroscettici di ogni parte. Non è la convinzione o il sogno di un vecchio europeista convinto, ma una realtà imposta dalla storia".