Ue riceverà 107 milioni dosi vaccino entro fine marzo, 30 million da AstraZeneca

·1 minuto per la lettura
Un impiegato BioNTech presso lo stabilimento a Marburgo, in Germania

BRUXELLES (Reuters) - Gli stati membri dell'Unione europea dovrebbero ricevere 107 milioni di dosi di vaccini anticovid entro fine marzo, ha annunciato una portavoce della Commissione, superando l'ultimo target, nettamente ridotto però rispetto ai piani iniziali.

Secondo i contratti firmati con le case farmaceutiche, il blocco aveva previsto di ricevere 120 milioni di dosi entro fine marzo solo da parte della società anglo-svedese AstraZeneca, e decine di milioni di ulteriori dosi da parte di Pfizer-BioNTech e Moderna.

Tuttavia, dopo diversi tagli da parte di AstraZeneca, l'Unione europea ha rivisto al ribasso il target fino a fine marzo a circa 100 milioni di dosi.

La portavoce della Commissione ha detto in una conferenza stampa che AstraZeneca dovrebbe consegnare 29,8 milioni di dosi entro domani, in linea con l'ultimo target rivisto al ribasso.

Pfizer-BioNTech consegnerà 67,5 milioni di dosi e Moderna fornirà quasi 10 milioni, numeri che l'Unione europea ha definito in linea con gli attuali impegni iniziali.

La Ue prevede un ingente incremento delle consegne nel secondo trimestre, che dovrebbe essere sufficiente a vaccinare almeno il 70% della popolazione adulta entro luglio, e una accelerazione della campagna di vaccinazione finora lenta.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Roma Francesca Piscioneri)