Ue rivede norme aiuti Stato per progetti transfrontalieri

·1 minuto per la lettura
Le bandiere dell'Unione europea sventolano fuori dalla sede della Commissione Ue

(Reuters) - La Commissione europea ha reso noto che sta rivedendo le norme relative agli aiuti di Stato per i progetti trasfrontalieri che possano portare innovazione in settori e tecnologie chiave, oltre che investimenti infrastrutturali.

La revisione interesserà "importanti progetti di comune interesse europeo" da inizio 2022, secondo la Commissione.

Le iniziative transfrontaliere dovrebbero contribuire in maniera significativa alle strategie Ue, soprattutto nell'accelerare la transizione verde e digitale dell'economia.

Bruxelles ha reso noto che i progetti dovranno coinvolgere necessariamente almeno quattro Stati membri Ue ed essere trasparenti e inclusivi, lasciando la possibilità ad alti Paesi di partecipare. Dovrebbero inoltre tentare di coinvolgere piccole e medie imprese.

Gli aiuti di Stato resteranno soggetti a una certa attenzione per accertarsi che siano limitati al necessario e per prevenire distorsioni alla concorrenza, ha detto il braccio esecutivo della Ue.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli