Ue sostiene proposta inviato Onu di tregua in Libia -4-

Mgi

Roma, 2 ago. (askanews) - L'inviato dell'Onu aveva però anche menzionato "delle accuse non confermate di violazione dei diritti umani" commessi a Gharyan dalle forze fedeli al Gna, e denunciato "le sparizioni e gli arresti arbitrari" avvenuti dall'inzio delle ostilità, specialmente nella capitale Tripoli.

Infine, Salame aveva criticato "la crescente frequenza degli attacchi sull'aeroporto di Mitiga", l'unico ancora operativo nella zona di Tripoli, invitando le parti in conflitto a cessarne l'utilizzo per fini militari.