Ue, de Sousa: senza Europa forte più protezionismo e nazionalismo

Gal

Roma, 12 nov. (askanews) - "Senza un'Europa forte ci sarà più protezionismo e più nazionalismo". Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica della Repubblica Portoghese, Marcelo Nuno Duarte Rebelo de Sousa, in Visita di Stato in Italia al termine dei colloqui al Quirinale con il presidente Sergio Mattarella.

"Abbiamo una responsabilità europea perchè condividiamo gli stessi principi: i diritti umani, lo stato democratico, il multilateralismo, la difesa della pace - ha detto de Sousa - il controllo dei radicalismo, il contrasto all'intolleranza e alla xenofobia. Vogliamo un'Europa forte in un mondo imprevedibile in cui alcuni, per interessi egoistici, fanno rinascere protezionismo e nazionalismo".

"L'Europa si avvia a un nuovo ciclo in cui Italia e Portogallo sono concordi che ci debba essere una posizione comune sulle migrazioni - ha proseguito il presidente portoghese -. Ringrazio l'Italia per il suo coraggio e il suo eroismo nell'aver affrontato da sola questo dramma. Noi siamo solidali per una soluzione che investa tutta l'Europa".

De Sousa ha parlato anche della necessità di un consolidamento del quadro finanziario pluriennale e si è speso a favore dell'unità di fronte all'ipotesi di dividersi in categorie di paesi. Inoltre "vogliamo sensibilizzare i nostri partner europei nei confronti dell'Africa verso la quale dovrà esserci una partnership" senza dimenticare l'attenzione per "il Mediterraneo e il Medio oriente".