Ue, stop adesione Albania e Macedonia, europarlamento: un errore -3-

Fth

Roma, 24 ott. (askanews) - Una riforma del processo di allargamento, auspicata da alcuni paesi, non dovrebbe ostacolare paesi che soddisfano già i requisiti per l'avvio di negoziati di adesione. I paesi candidati devono essere valutati in base ai propri meriti e a criteri oggettivi e non sulla scorta di considerazioni di politica interna dei singoli Stati membri.

I deputati hanno esortato i Paesi UE a dare prova di responsabilità nei confronti dell'Albania e della Macedonia del Nord e a adottare una decisione positiva unanime nella prossima riunione. Il Parlamento europeo dovrebbe rafforzare ulteriormente le proprie attività di sostegno alla democrazia per garantire che i parlamenti nazionali dei Balcani occidentali svolgano appieno il proprio ruolo in termini di promozione di riforme democratiche.

La risoluzione è stata adottata con 412 voti favorevoli, 136 contrari e 30 astensioni.