Ue tratta con Pfizer fino a ulteriori 100 million dosi vaccino anticovid - fonti

di Angelo Amante e Elvira Pollina e Francesco Guarascio
·1 minuto per la lettura
Una fialetta che contine il vaccino anticovid di Pfizer/BioNTech fotografato prima della somministrazione al Royal Victoria Hospital di Belfast

di Angelo Amante e Elvira Pollina e Francesco Guarascio

ROMA/MILANO/BRUXELLES (Reuters) - L'Unione europea è in trattative con Pfizer e BioNTech per ordinare fino a 100 milioni di ulteriori dosi del vaccino anticovid sviluppato dalle due aziende, mentre i governi europei faticano ad accelerare le operazioni di immunizzazione.

Lo hanno riferito tre fonti.

La Ue, che conta una popolazione di 450 milioni di abitanti, ha già ordinato 200 milioni di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech ed esercitato l'opzione per l'acquisto di 100 milioni di dosi aggiuntive, secondo i termini del contratto siglato con le due aziende a novembre.

Il vaccino deve essere somministrato in due dosi.

Secondo le fonti, Bruxelles sta tentando di acquistare 50 o 100 milioni di ulteriori dosi dalle due aziende.

Il nuovo lotto potrebbe essere consegnato già nel terzo trimestre, come riferito da due delle fonti. Tuttavia, una delle fonti ha aggiunto che le consegne potrebbero essere effettuate nel quarto trimestre e che il prezzo di ogni dose sarebbe quello concordato nel contratto già esistente.

Secondo i termini del contratto, la Ue ha concordato il pagamento di 15,5 euro per ogni dose del vaccino Pfizer, come riporta un documento visto da Reuters.

Un portavoce della Commissione europea non ha commentato i numeri relativi ai possibili ordini. Ma ieri ha riferito nel corso di una conferenza stampa che la Ue sta tentando di assicurarsi altre dosi del vaccino da Pfizer e BioNTech in aggiunta ai 300 milioni di dosi già prenotate.

Un portavoce di Pfizer ha detto di non poter commentare poiché le trattative con i governi sono riservate. BioNTech non ha voluto commentare.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)