##Ue, von der Leyen dovrà avere pure un commissario britannico-4

Loc

Bruxelles, 28 ott. (askanews) - Nel frattempo, oggi von der Leyen doveva incontrare, per un primo colloquio i nuovi candidati commissari indicati dalla Francia e dall'Ungheria, dopo la bocciatura da parte del Parlamento europeo dei precedenti candidati. Von der Leyen potrà così verificare le competenze e l'adeguatezza dei candidati commissari per il ruolo che dovranno ricoprire.

L'Ungheria aveva indicato già da tempo il suo rappresentante permanente presso l'Ue Olivér Várhelyi, per sostituire nel portafogli dell'Allargamento dell'Ue il precedente candidato László Trócsányi, ex ministro della Giustizia di Budapest, che è stato bloccato dal Parlamento per conflitto d'interessi, prima ancora di poter passare la sua audizione di conferma.

La Francia ha candidato ieri Thierry Breton, un ex ministro delle Finanze e dell'Industria (2005-2007), ex professore alla Harvard Business School, che è stato Ceo del gruppo Bull (negli anni '90), di Thomson (1997-2002), di France Telecom (2002-2005) e dal 2009 della società di servizi informatici Atos. Breton dovrà sostituire Sylvie Goulard, bocciata dopo due audizioni dal Parlamento europeo, come commissario designato per il portafogli più pesante della nuova Commissione: quello all'Industria e Mercato interno, all'Industria della Difesa e dello Spazio e all'Economia digitale.

Alla Romania, infine, von der Leyen chiede di fare presto, di indicare "prima possibile" il nuovo candidato commissario, "non appena si sarà formato il nuovo governo".