Ue, von der Leyen: non ci sono timori per il debito dell'Italia, governo serio

La neo presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen non ha timori per il debito italiano. Lo dice in un'intervista rilasciata al quotidiano Avvenire.  Alla domanda se siano giustificati i timori di una possibile ristrutturazione futura del debito italiano, la tedesca risponde: "Io posso solo dire che apprezzo e anzi plaudo agli intensi sforzi del governo italiano per lavorare verso finanze pubbliche sane, vedo una grande serietà. In linea di principio rispetto che ogni governo deve poter scegliere la propria via, purché sia nella giusta direzione. Sono convinta che il governo italiano assumerà tutta la sua responsabilità, è quello che sto vedendo e sentendo".      Von der Leyen ribadisce che è giusto lasciare spazi di manovra all'interno del patto di Stabilità per consentire investimenti. “E' nell'interesse comune e dei singoli Stati membri - afferma - avere finanze pubbliche sane. Ma riconosciamo anche la necessità, all'interno delle regole del Patto di stabilità, di avere sufficiente stabilità per gli investimenti. Soprattutto quelli per il futuro, come quelli verdi", ha aggiunto.