Uggetti, Morra: "Aveva confessato condotte gravi"

·1 minuto per la lettura

"Chiedo io scusa. Agli italiani che hanno creduto che potessimo cambiare veramente". Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia, su Facebook si esprime così sulla vicenda di Simone Uggetti, l'ex sindaco di Lodi assolto in Appello al processo per la presunta turbativa d'asta su un bando per la gestione delle piscine comunali, accusa che aveva portato al suo arresto nel 2016.

"La verità storica può essere ben diversa da quella processuale e giudiziaria. Uggetti, il sindaco di Lodi che è stato oggetto delle polemiche, aveva confessato inizialmente condotte gravi. In primo grado era stato condannato. Ora in appello, senza che se ne conoscano ancora le motivazioni, è stato ribaltato il verdetto di primo grado. È possibile, per non dire probabile, che a seguito di impugnazione da parte della Procura, si vada in Cassazione, e che la Cassazione emetta altro verdetto, che potrebbe essere nuovamente assolutorio, esattamente come il suo contrario. Se a qualcuno si deve chiedere scusa, è ai tanti italiani che hanno creduto in un cambiamento reale", scrive Morra.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli