Uk dice addio alla mascherina: il primo ministro riapre tutto

·2 minuto per la lettura
Nel Regno Unito arriva lo stop alle restrizioni anti-covid
Nel Regno Unito arriva lo stop alle restrizioni anti-covid

La Gran Bretagna si prepara alla libertà. Arriva, infatti, la notizia che dal 19 luglio cadrà per tutti l’obbligo della mascherina e del distanziamento al chiuso. Verranno, dunque, revocate tutte le restrizioni anti Covid e questo nonostante l’aumento dei contagi da variante Delta. Lo stesso primo ministro, Boris Johnson, ha detto che:

“La pandemia di Covid-19 non è finita, anzi entro il 19 luglio avremo 50mila casi al giorno ma dobbiamo riaprire”.

Il Regno Unito dice addio alle restrizioni anti-covid: sto alle mascherine e al distanziamento dal 19 luglio

Il primo ministro inglese ha, difatti, anche ben marcato che la campagna vaccinale precede senza interruzioni e che l’immunizzazione resta efficace contro il coronavirus. Motivo per cui, il governo ridurrà l’intervallo di dose vaccinale da 12 settimane a 8 per chi ha meno di 40 anni.

Tuttavia, nelle ultime 24 ore sono stati registrati nel Regno Unito ben 27.334 casi di Covid. Il numero dei contagi nell’ultima settimana è cresciuto di poco oltre il 53% rispetto a sette giorni precedenti. La nota positiva, infatti, è che il numero dei morti resta basso: 9 i decessi, mentre per quanto riguarda i ricoveri, essi sono aumentati di 380 unità negli ultimi 7 giorni.

Il Regno Unito dice addio alle restrizioni anti-covid: nonostante i contagi per la variante delta, la campagna vaccinale prosegue

Nel frattempo, sul fronte vaccinale sono 45,35 milioni i britannici che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, invece 33,73 quelli con già con doppia dose. Johnson ha, infatti, fissato come obiettivo la fine di settembre per arrivare ad avere la totalità di popolazione adulta completamente vaccinata.

Il Regno Unito dice addio alle restrizioni anti-covid: riaprono i locali notturni

Sempre dal 19 luglio, il premier ha ufficializzato la riapertura dei locali notturni, l’allentamento delle limitazioni sugli eventi collettivi, oltre alla già detta notizia della fine dell’uso obbligatorio della mascherina nei locali pubblici al chiuso e del distanziamento sociale. Inoltre, chi ha completato la vaccinazione potrà recarsi in paesi in cui la situazione dei contagi è moderata senza la necessità di stare in quarantena al ritorno. Ciononostante, resta consigliato di indossare il dispositivo di protezione personale in presenza di un assembramento.

Restano, invece, in vigore l’obbligo di isolamento per chi risulta positivo al Covid e le restanti restrizioni sui viaggi internazionali. Non a caso, il primo ministro sembra sia convinto di poter escludere altri rinvii dopo quello del 21 giugno malgrado l’aumento dei contagi causati dalla variante Delta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli