Ultimi aggiornamenti Ucraina, Zelensky pone fiducia nell'Onu

Zelensky
Zelensky

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha dichiarato che il suo Paese possiede dieci miliardi di dollari in grano. Il leader di Kiev ora si affida all’Onu affinché venga rispettato l’accordo sulle esportazioni di cereali dall’Ucraina, firmato lo scorso 22 luglio a Istanbul. Pur mostrando un velo di ottimismo, Zelensky ha allontato l’idea di un cessate il fuoco. Nel suo video serale, Zelensky ha dichiarato che tutti comprendono che la Russia possa intervenire al fine di screditare gli sforzi dell’Ucraina e internazionali “ma noi ci affidiamo all’Onu. Ora è loro responsabilità quella di garantire il rispetto dell’accordo”. Zelensky ha spiegato che l’accordo corrisponda pienamente agli interessi ucraini.

Ucraina, Zelensky parla dei benefici dell’accordo

Zelensky ha dichiarato che l’accordo firmato a Istanbul consentirà l’esportazione di quasi venti milioni di di tonnellate del raccolto prodotto nel 2021 oltre quello dell’anno in vigore. Secondo le dichiarazioni del leader di Kiev le forze armate ucraine hanno pieno controllo sugli accessi ai porti.

Dieci miliardi di dollari in cereali

Zelensky ha precisato: “Parliamo dei redditi degli agricoltori, dell’insieme del settore agricolo e del bilancio dello Stato. Di posti di lavoro. Abbiamo ora 10 miliardi di dollari di cereali”. Per il leader di Kiev c’è una possibilità di ridurre la grave crisi alimentare apportata dalla Russia, impedendo così una “catastrofe mondiale”. Zelensky non ha nascosto il rischio concreto di una carestia in grado di mettere in crisi diversi stati del mondo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli