Ultimo atto per il Suzuki Challenge Cup al Baja delle Marche

ROMA (ITALPRESS) – Semaforo verde per gli specialisti del fuoristrada, attesi dalle prove sterrate di Cingoli, località nella provincia di Macerata. Il territorio marchigiano ospiterà infatti la prima edizione del Baja delle Marche, ultimo atto del Campionato Italiano Cross Country e SSV, nonchè del 23esimo Suzuki Challenge Cup. Si disputerà nel weekend, accanto alle vetture iscritte al Campionato Italiano Rally Terra, anch’esso alle battute conclusive nel penultimo atto della stagione. La 23^ edizione del trofeo monomarca organizzato da Suzuki Italia è ormai giunta al round finale che decreterà il vincitore, al volante di una delle vetture della casa giapponese. A sfidarsi saranno 73 equipaggi in tutto, tra i principali protagonisti del rally e del fuoristrada che affronteranno le prove speciali in versione rallistica “Dei Laghi”, “Cupramontana” e “Colognola”, da percorrere per un totale di tre volte unicamente nella giornata di domenica. Dopo la vittoria ottenuta nella classifica tricolore riservata ai costruttori, Suzuki si appresta a decretare il vincitore del monomarca, attualmente conteso tra Andrea Luchini (100 pt), Alfio Bordonaro (113 pt) e Mauro Cantarello (119 pt), quest’ultimo pronto a consolidare la leadership nella gara marchigiana. Il driver su New Gran Vitara di Gruppo T1 e navigato da Federico Lezi ha guadagnato un margine minimo grazie alla vittoria siglata al Baja Greece Off Road lo scorso maggio. Differente, invece, è stato l’epilogo del Baja Vermentino e Terre di Gallura, dove si è posizionato ai piedi del podio, alle spalle del Grand Vitara di Gruppo T1 di Alfio Bordonaro, al Vitara di Serie nelle mani di Andrea Luchini, quindi all’altro Prototipo con al volante Emilio Ferroni, che invece ha siglato la sua prima vittoria del 2022 con Daniele Fiorini alle note. Al Baja delle Marche proverà quindi il sorpasso in extremis Alfio Bordonaro su Suzuki Gran Vitara, con Roberto Briani sul sedile di destra, pronto a registrare il terzo successo stagionale dopo aver centrato la vittoria al Baja Adriatico a metà maggio e all’Italian Baja a Pordenone nel mese di luglio. Con una vittoria, oltre a riscattare le sfortune che lo hanno limitato in Sardegna, il catanese si assicurerebbe il titolo. Terza nel Challenge la Grand Vitara di Gruppo T2 di Andrea Luchini e Piero Bosco, vincitori della gara di apertura all’Italian Baja di Primavera – Artugna Race. Il lucchese, a 19 punti dalla vetta, ha conquistato il podio in tre partecipazioni su quattro. Sarà proprio qui nelle Marche che proverà a siglare un altro risultato utile per avvicinarsi ai suoi avversari. Quarto posto in graduatoria per Lorenzo Codecà in coppia con Mauro Toffoli sul debuttante Jimny, che ha saputo distinguersi in ogni round del campionato nonostante una vettura ancora completamente di serie ed in fase di adattamento sugli sterrati del Baja. Quindi quinto l’equipaggio su Vitara Proto V6 di Ferroni-Fiorini con un totale di 53 punti, ai nastri di partenza a Cingoli per provare la doppietta dopo l’exploit in terra sarda. Così come il duo formato da Giovanni e Francesco Farina sull’inossidabile Suzuki Vitara di Gruppo TH, attualmente al sesto posto della classifica del Trofeo. Al via tra i TH anche Samuele Lelli su Grand Vitara con Gilberto Menetti, Gianluca Morra navigato da Gianluca Sbaraglia, sempre al volante del Vitara e Giuseppe Milvio Grisi, che si appresta ad affrontare gli sterrati marchigiani sul sempre affascinante Suzuki Samurai, con Umberto Parravicini sul sedile di destra.
Saranno due giornate di azione nel maceratese. Sabato preparativo con in programma unicamente lo shakedown, i test con vetture in assetto da gara, previsto dalle ore 12.30 sul prolungamento del tratto “Colognola” che verrà affrontato poi in prova. Domenica la sfida vera sviluppata in tre giri su tre tratti cronometrati “Dei Laghi” (8,52 km – PS1 ore 7:12, PS4 10:37, PS7 14:02), “Cupramontana” (6,04 km – PS2 ore 7:54, PS5 11:19, PS8 14:44), ed in chiusura appunto la breve “Colognola” (4,40 km – PS3 ore 8:16, PS6 11:41, PS9 15:06). Dopo ogni trittico di prove ci sarà un passaggio in assistenza, nell’area degli Impianti Sportivi a Cingoli, la località centrale dell’evento che ospiterà anche il Quartier Generale e la cerimonia di arrivo finale dalle 16 in Piazza Vittorio Emanuele II.
– foto ufficio stampa Suzuki Italia –
(ITALPRESS).