Ultracentenaria si reca al centro vaccinale: nessuno l'aveva chiamata

·1 minuto per la lettura
nonna Vittorina vaccino
nonna Vittorina vaccino

Nessuno aveva chiamato Nonna Vittorina, 100 anni, per somministrarle la dose di vaccino contro il Covid-19 che le spettava, data l’età. È per questa ragione che l’ultracentenaria, stanca di aspettare in casa, ha deciso di recarsi da sé all’hub più vicino. Da sola. Non ha sentito infatti l’esigenza di scomodare amici e parenti per un passaggio. È così che, dopo mesi di attesa, è stata finalmente vaccinata. La sua storia è diventata virale.

Il vaccino per Nonna Vittorina

Se Maometto non va alla montagna, è la montagna ad andare da Maometto. È sostanzialmente quello che è accaduto a Nonna Vittorina. All’anagrafe Lucia Vittoria Talotta, di ben 100 anni. La donna, che vive nel piccolo Comune di Soveria Simeri, in provincia di Catanzaro, si è insospettita dopo avere aspettato per mesi la chiamata per effettuare il vaccino contro il Covid-19. Tutti i suoi vicini di casa, anch’essi più o meno anziani, avevano già ricevuto la dose. Perché lei no?

Per chiarire ogni dubbio Nonna Vittorina è uscita di casa ed è andata nel centro vaccinale del suo Paese. Il team di medici presenti, con grande stupore, non hanno potuto fare altro che confermarle che il suo nome non era presente in nessuna delle liste. Non ha infatti particolari patologie e in quella degli over 80 era sfuggita all’appello. Immediatamente dunque hanno provveduto a somministrarle la prima dose, poi si sono proposti per accompagnarla a casa. L’ultracentenaria ha però rifiutato. È tornata a piedi, come era venuta.