Uma Thurman commossa da Fazio: "Spero ci sia giustizia per Giulio Regeni"

HuffPost

“Vorrei fare le mie condoglianze alla famiglia di Giulio Regeni. Spero ci sia giustizia per loro, hanno tutto il mio sostegno”. Uma Thurman è entrata in studio a Che tempo che fa dopo l’intervento dei genitori del ricercatore ucciso in Egitto, e non è riuscita a trattenere la commozione. 

L’attrice, musa di Quentin Tarantino, è rimasta profondamente toccata dal racconto della madre e del padre di Giulio: “Scusatemi ma come genitore mi stavo preparando per entrare in scena per parlare della mia carriera, che si basa sul divertire le persone, e mi fa così male sentire di questa perdita. Penso davvero che sia importante per loro trovare giustizia”.

In studio, i genitori hanno letto la lettera indirizzata al presidente egiziano Al Sisi, pubblicata lo scorso maggio sulle colonne di Repubblica. Una lettera che è stata tradotta all’attrice. 

Fazio ha spiegato alla Thurman che proprio i genitori di Giulio gli avevano detto di volerla vedere perché “con Giulio noi guardavamo sempre i suoi film. Per questo io credo che il nostro lavoro di artista sia quello che va a costruire l’immaginario di tutti e quindi lei dev’essere contenta di quello che rappresenta per Giulio”.

Continua a leggere su HuffPost