##Umbria, Bianconi: voto con testa e non di pancia o... -2-

Vep

Perugia, 24 ott. (askanews) - Insomma l'Umbria non è "l'esperimento" - la prima alleanza sul territorio tra Pd e Movimento cinquestelle - di cui tutti parlano nei Palazzi romani? "Mi sento di avere una grande responsabilità - risponde Bianconi -, la responsabilità di avere potuto, insieme a tante persone, donne e uomini e partiti, creare un modello nuovo per la gestione di una Regione che vuole rincorrere il futuro all'insegna della discontinuità, mettendo al centro cittadini, responsabilità e competenze". Insomma, "c'è una regione - continua - che si mette in discussione per il proprio futuro e non per altre situazioni che qualcuno vorrebbe far calare sull'Umbria: l'Umbria è degli umbri e sta cercando di scegliere il proprio futuro e non di essere un laboratorio per altri".

Tante le cose da fare, ma al primo posto c'è la sanità. Ma "va chiarito che in Umbria si ha una buona sanità e quest'anno riceveremo 4 milioni di euro in più come premio per la qualità" precisa Bianconi spiegando che "li investiremo per risolvere i problemi". Impossibile non parlare dello "scandalo concorsi" che ha travolto la governatrice Catiuscia Marini e anche su questo fronte Bianconi promette "discontinuità". Quanto accaduto e al vaglio della magistratura conferma che "non è stato premiato il merito, abbiamo idee chiarissime su questo: merito e trasparenza saranno le chiave della nuova gestione".

Non solo. Per quanto riguarda i servizi ai cittadini, aggiunge Bianconi, "vogliamo intervenire pesantemente sulle liste di attesa con la digitalizzazione delle cartelle mediche di tutti gli umbri, così si eviterà - è già stato testato che ci sono - il 15-20% di esami inutili e vogliamo anche aprirci a una sanità di territorio con medici di medicina generale che potranno svolgere sui territori gli esami più semplici".

(Segue)