Umbria, Calderoli: Conte ci ha messo faccia e ha preso schiaffi

Tor

Roma, 28 ott. (askanews) - "In un Stato serio un premier dopo una simile sconfitta si dimetterebbe, ma Conte ha già dimostrato che pur di mantenere la poltrona è disposto a qualunque esercizio da funambolo. Ma prima o poi anche i funamboli più bravi sbagliano un salto...". Lo ha dichiarato sul risultato delle regionali in Umbria il vicepresidente leghista del Senato Roberto Calderoli.

"Per la prima volta da quando è in politica - ha detto- il premier Giuseppe Conte, che lo ricordiamo finora non ha mai preso un voto e non è mai stato eletto da nessuno, ha voluto metterci la faccia in una competizione elettorale ed entrare direttamente in campo, in Umbria, portando il Governo a Narni per una passerella elettorale nell'ultimo giorno di campagna elettorale. Ci ha messo la faccia Conte, anche nella foto di Narni, e gli elettori umbri lo hanno preso a schiaffi, gonfiandogliela la faccia. Visto che non ha tessere di partito Conte in Umbria ci è andato da presidente del Consiglio trasformandolo in un voto politico sul Governo, per cui adesso non può ridimensionarlo a voto locale senza conseguenze politiche". o