Umbria, consigliere lascia M5S: "Ormai è un partito politico"

webinfo@adnkronos.com

"Esco dal Movimento. Anzi, esco da quello che, un tempo, nel lontano 2012 quando sono entrata come attivista. Era un Movimento e che oggi è diventato un partito politico a tutti gli effetti, nonostante in molti neghino ancora oggi il cambiamento". Patrizia Braghiroli, consigliere comunale a Terni, a due settimane dal voto regionale in Umbria annuncia l'addio al M5S. 

"Una decisione maturata negli ultimi giorni, ma covata già dal mese di agosto durante le ultime vicende nazionali; vicende ripetute anche a livello regionale a causa di scelte imposte da pochi e senza confronto alcuno. Tutto ciò non mi lascia indifferente, mi scalfisce fortemente il cuore e l’anima", dice, come riporta Umbria On. 

"Mi sento tradita, tradita da tutti e da tutto. Da quelle parole usate da altri nella speranza di confondere, ma che hanno un solo significato. ‘Contratto’ e ‘patto civico’ non sono altro che alleanze, prendono in giro se stessi e gli elettori. Quelle alleanze, invece, che ci sono state sempre negate fino a farci perdere anche la possibilità di amministrare questa città, la mia città per la quale ho lottato per 4 anni di consigliatura e non solo", aggiunge. 

"Mi sento tradita più che altro dai miei compagni di viaggio, da quelli più stretti, quelli con i quali abbiamo battuto i pugni sui tavoli della sala consigliare per la nostra città e per i nostri diritti di cittadini, per la trasparenza e per il bene comune", spiega ancora. 

"Volevo attendere il 27 ottobre per ufficializzare la mia uscita. Ma in quest’ultimo mese non ho visto nessuno del M5S fare un passo in avanti, anzi solo indietro. Per cui devo necessariamente lasciare il ‘partito politico’ dei 5 Stelle perché non voglio appoggiare in alcun modo, neanche con il mio nome, una campagna elettorale in cui non credo e che i miei elettori non meritano", afferma ancora.