Umbria Film Festival, tutti i vincitori

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 lug. (askanews) - Piazza del Popolo, ancora una volta gremita di pubblico, ha accolto i nomi dei vincitori di questa seconda edizione dell'UMBRIA CINEMA FESTIVAL di Todi diretto da Paolo Genovese. Durante la serata, presentata da Ricky Tognazzi e Simona Izzo, si sono alternati sul palco molti nomi dello spettacolo italiano per la consegna dei premi. Grande apprezzamento da parte della giuria per Una femmina, il film drammatico diretto da Francesco Costabile. L'opera si è aggiudicata ben due riconoscimenti: Miglior Sceneggiatura (sceneggiatrice Serena Bugnolo) - premio consegnato da Giovanni Parapini, direttore Rai per il Sociale - e quello di Miglior Attrice consegnato da Paolo Genovese alla giovane Lina Siciliano, al suo esordio davanti alla camera da presa. Matteo Cocco si è aggiudicato il premio per la Miglior Fotografia del film Occhiali Neri consegnatogli da Nicoletta Ercole. Libero di Rienzo, purtroppo scomparso lo scorso 15 Luglio a soli 44 anni, è stato premiato con il riconoscimento di Miglior Attore per la sua interpretazione in Takeaway. A ritirare il premio è stato il regista del film Renzo Carbonera. Miglior film a Piccolo corpo, diretto da Laura Samani, consegnato da Iginio Straffi e ritirato da Nadia Trevisan (CEO di Nefertiti).

Alessandro Preziosi, dopo il grande successo della serata di venerdi, è stato richiamato sul palco per consegnare a Giovanna Ralli il Premio "Gigi Proietti" alla Carriera, speciale riconoscimento intitolato ad uno dei maggiori interpreti del mondo dello spettacolo recentemente scomparso.

Ad accompagnare la serata i coinvolgenti intermezzi musicali della band degli Adika Pongo, con la brillante voce di Francesca Silvy. Grandissimo successo per l'esilarante esibizione del comico romano Maurizio Battista che ha chiuso la serata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli