Umbria, Morassut: Tesei è stata un pessimo sindaco a Montefalco

Pol-Afe

Roma, 25 ott. (askanews) - "In Umbria la Lega ha scelto come candidato il classico 'cavallo di Nerone'. La candidata Tesei e stata un pessimo sindaco a Montefalco, un comune tanto famoso per la operosità dei suoi cittadini quanto purtroppo malgovernato negli ultimi dieci anni. Con la Tesei in Comune è stato generato un buco di bilancio di 2 milioni di euro e adesso la lega vuole portare il modello Montefalco in Regione Umbria. La regione Umbria ha invece bisogno di una guida autorevole, civica e territoriale che imposti una nuova politica di sviluppo. Come nel territorio di Gualdo Cattaneo e Giano dell'Umbria dove presso il sito di Bastardo c'è il problema della riconversione della centrale Enel di Ponte di ferro, una grande centrale termoelettrica a carbone che può diventare un polo formativo e di specializzazione che guarda all'economia circolare attraverso una rigorosa bonifica dei terreni su cui come Ministero dell'ambiente vigileremo". Così il sottosegretario all'Ambiente, Roberto Morassut, durante un incontro con i cittadini nella località Bastardo (Pg).

"Su queste cose concrete e non sulle chiacchiere di Salvini - continua Morassut - si gioca la campagna elettorale qui in Umbria. La Lega che idea ha sul futuro della ex centrale Enel? È vero o no che la lega e la Tesei spingono per realizzarvi un termovalorizzatore privato? Noi siamo per una scelta diversa e di sviluppo sostenibile vicino alle comunità e distante da interessi privati e ristretti. Sul futuro di questo complesso termoelettrico in dismissione serve un grande conforto popolare, anche un referendum consultivo".