Umbria, Verini: sconfitta grave anche se ce l'aspettavamo

Red/rus

Roma, 28 ott. (askanews) - "E' una sconfitta molto grave molto netta ma un pò ce l'aspettavamo anche se non con queste proporzioni" con queste parole Walter Verini, Commissario Pd Umbria, commenta ai microfoni de 'Il mattino di Radio 1' la confitta dell'asse Pd-Cinquestelle alle regionali in Umbria.

"Abbiamo dato l'impressione di essere un partito un pò chiuso in se stesso, spesso dilaniato - prosegue poi Verini - non ci siamo accorti che pur governando bene, alcune questioni scricchiolavano, quella della crisi economica ad esempio. L'Umbria travolta dalla crisi da sola non ce la fa, ha subìto più di altre regioni la crisi. Avremmo dovuto aprirci di più ed essere coraggiosi. Oggi non è importante dire che c'è chi lo aveva detto. Ora si riparte da zero dobbiamo ricostruire l'idea di sinistra in questa regione' Sulla possibilità che il voto dell'Umbria possa avere ripercussioni a livello nazionale, Verini conclude: 'Non penso sia un voto politico nazionale, non vedo conseguenze però vedo un avvertimento. È evidente che l'elettorato dei 5 Stelle, che per anni aveva conosciuto gli scontri nei nostri confronti, non ha condiviso questa scelta. Se i Cinque Stelle avessero mantenuto il risultato delle europee avremmo avuto una competizione con un risultato un pò diverso".