Umiliazioni nel centro d'accoglienza, agente sospeso

Insulti e schiaffi ai migranti di Favara

Un poliziotto di Agrigento avrebbe costretto due migranti tunisini a prendersi a schiaffi. È quanto avvenuto nel centro di accoglienza di Favara, in Sicilia. La scena è stata filmata con uno smartphone e diffusa online.

Costringe i migranti a prendersi a schiaffi: il video

Come mostra il video, l’agente di polizia ha costretto due migranti a schiaffeggiarsi. Secondo alcune informazioni, i due giovani tunisini avrebbero tentato la fuga dal centro d’accoglienza. Stando a una prima ricostruzione, l’agente avrebbe voluto impartire una lezione ai “fuggitivi”. Nel video, il poliziotto invita i due a schiaffeggiarsi a vicenda con le parole: “Sei un ospite, devi rispettare la legge“. Vedendo la loro reticenza, ha costretto i due con parole perentorie. Nel video, i colleghi in servizio non sono intervenuti in quei minuti.

Aperta un’inchiesta: poliziotto sospeso

Il video delle umiliazioni è stato oggetto di denuncia. Il poliziotto è stato sollevato dal suo incarico nel centro d’accoglienza. Nel frattempo, è stata aperta anche un’inchiesta per abuso dei mezzi di correzione e l’agente è stato iscritto nel registro degli indagati. Interrogati, i migranti che hanno assistito alla scena avrebbero parlato di un “gesto di punizione” da parte del poliziotto. Il questore di Agrigento, Rosa Maria Iraci, ha trasmesso gli atti alla Procura della Repubblica. Ha, altresì, reso noto di aver avviato un procedimento disciplinare a carico dell’agente responsabile.

Il gip di Agrigento, Alessandra Vella, ha accolto la richiesta del pm Cecilia Baravelli di interrogare cinque migranti ospiti del centro d’accoglienza. Fra questi, vi sarebbero anche i due migranti tunisini presi in giro.