Un 50enne di Ravenna teneva il file assieme a molto altro materiale di pornografia minorile

Materiale pedopornografico e condanna per un 50enne
Materiale pedopornografico e condanna per un 50enne

In Emilia Romagna un uomo convince la babysitter 14enne del figlio a fare uno spogliarello e la filma ma viene indagato, processato e condannato. Un 50enne di Ravenna teneva il file assieme a molto altro materiale di pornografia minorile. Anzi, secondo quanto riferito dai media in quei dispositivi tecnologici in suo possesso il 50enne custodiva immagini e foto di pornografia minorile.

Convince la babysitter a fare uno spogliarello

Poi l’ultimo aberrante episodio: l’uomo aveva convinto la giovanissima babysitter di suo figlio, un bimbo in età da asilo nido, a “spogliarsi e farsi riprendere”. La minorenne era quindi divenuta la protagonista delle sue attenzioni morbose ed il materiale era custodito in hard disk e smartphone. Gli atti del procedimento parlano di un totale di 700 giga di materiale pedopornografico: 13mila foto e 250 video.

Il terribile video della vacanza a Loreto

Fra essi il video di una vacanza a Loreto, nel 2021, in cui la 14enne si esibiva in uno spogliarello vicino alla culla del bimbo. L’uomo era stato accusato di pornografia minorile e detenzione di materiale pedopornografico. Dal processo il ravennate è uscito con una condanna in primo grado a 4 anni e 2 mesi di reclusione e con un’assoluzione per il reato di corruzione di minorenni. Il condannato dovrà pagare una multa di 18mila euro e una provvisionale di 10mila euro per il figlio, tutelato dai servizi sociali dopo la sospensione della potestà genitoriale, poi 10 mila euro per la baby-sitter e 5 mila per i genitori della parte lesa.