Un 53enne perde il controllo di una smerigliatrice che gli va a finire sulla gamba e lo uccide

Operaio si recide un'arteria con il flex e muore
Operaio si recide un'arteria con il flex e muore

Ennesimo incidente sul lavoro in Italia, stavolta in Puglia, dove un operaio si recide un’arteria mentre taglia la lamiera ed è morto dissanguato a Taranto. I media territoriali spiegano che la vittima avrebbe perso controllo di una smerigliatrice che gli è andata a finire sulla gamba e lo ha ucciso cagionandogli una ferita talmente mirata su un punto vulnerabile che in pochi minuti il poveretto ha perso sangue fino a morire.

Taglia una lamiera, si recide un’arteria e muore

La morte bianca si è consumata oggi, 5 agosto, all’interno di un’azienda dell’area industriale, in via D’Annunzio. Lì e in quel frangente un operaio 53enne originario di Sava si è reciso l’arteria femorale ed è morto dissanguato in pochi minuti. La dinamica della tragedia è stata parzialmente ricostruita: pare che l’uomo stesse tagliando una lamiera usando il flex, per la precisione una smerigliatrice angolare usata per lavorare i metalli.

I soccorsi e la vana corsa in ospedale

Ad un certo punto l’uomo ha perso controllo e saldezza dell’impugnatura dell’attrezzo recidendosi l’arteria femorale e perdendo molto sangue. Il 53enne è stato immediatamente soccorso dal 118, ma purtroppo è deceduto durante il trasporto in ospedale per la gravità della ferita riportata. Sul posto, assieme ai carabinieri della territoriale ed ai sanitari sono intervenuti anche gli ispettori del Servizio di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro: a loro il compito di relazionare al magistrato di turno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli