Un 56enne accusato di stalking decide di farla finita presso la struttura del Lorusso Cutugno

Detenuto suicida in cella a Torino
Detenuto suicida in cella a Torino

Suicidio nel carcere di Torino, detenuto si impicca con un lenzuolo attaccato alle sbarre. I media spiegano che un 56enne accusato di stalking ha deciso di farla finita presso la struttura del Lorusso Cutugno e si è ammazzato alle 23 del 9 novembre. L’uomo ha usato un lenzuolo e si è dato la morte nel padiglione C. A trovarlo gli agenti di polizia penitenziaria: la vittima era seduta a terra con il lenzuolo in tensione ed avrebbe lasciato una lettera per spiegare le ragioni del suo gesto ed una sorta di testamento.

Si impicca con un lenzuolo attaccato alle sbarre

Ma come si chiamava il detenuto? Antonio, era in carcere da agosto ed era in attesa di giudizio. Il 56enne ha attaccato il lenzuolo alle sbarre e si è lasciato cadere in avanti fino allo strangolamento.  Purtroppo l’episodio è una tragica recidiva: lo scorso 28 ottobre quando si era tolto la vita Tecca Gambe, il ragazzo del Gambia che era finito in carcere per aver rubato delle cuffiette.

I numeri horror e i dati di Antigone

Fanpage spiega che “solo a Torino sono 4 i detenuti che si sono tolti la vita dall’inizio dell’anno, ben 70 in totale in tutta Italia”. In merito a quei numeri horror l’associazione Antigone ha fatto sapere: “Sin dall’inizio dell’anno il fenomeno ha mostrato segni di preoccupante accelerazione, fino a raggiungere l’impressionante cifra di 16 suicidi nel solo mese di agosto, uno ogni due giorni. A due terzi dell’anno in corso, è già stato superato il totale dei casi del 2021, pari a 57 decessi”.