Un'addetta alle pulizie distrugge opera d'arte

Valeva 800mila, l'ha pulita credendo si trattasse di semplice sporcizia

Un'opera d'arte di inestimabile valore è stata "spazzata via" per un errore di comprensione con il personale di un museo.

Una donna delle pulizie del Museum Ostwall a Dortmund ha irrimediabilmente “pulito” un’opera d’arte esposta scambiandola per sporcizia. When it starts dripping from the ceiling (letteralmente “quando incomincia a piovere dal soffitto”) di Martin Kippenberger, artista tedesco scomparso nel 1997 e celebre per la censura della Rana crocifissa, era valutata 800.000 euro prima della sciagurata azione.

Il guaio, scoperto per caso alla fine dello scorso mese, ha di fatto “distrutto” l’installazione che consisteva in una serie di listelli di legno a formare una torre con sotto una cofana, dentro cui c’era una mistura di gesso verniciato a simboleggiare l’acqua cristallizzata.

Scambiandola per dello sporco l’inarrestabile addetta alle pulizie ha svuotato il contenuto
della cofana e l’ha lavata con olio di gomito fino a renderla lucida. Ora il contenitore è vuoto e splendente, ma l’installazione è rovinata per sempre. Questa e la sintesi della dichiarazione rilasciata lo scorso giovedì dal portavoce del museo, aggiungendo che è impossibile riportarla al suo stato originale.

Il danno è ancora maggiore se si tiene presente che l’opera non appartiene al museo ma era in prestito da un privato.

La scultura di Martin Kippenbergernel museo di DortmundLo sconcerto della direzione del museo è comprensibile visto che le direttive alla società che si occupa delle pulizie dello stabile parlavano chiaro: il personale deve rimanere ad almeno 20 centimetri di distanza dalle opere d’arte. A monte del problema potrebbe esserci il fatto che le pulizie erano state recentemente affidate a una ditta esterna.

A farne le spese ora potrebbe essere proprio la troppo zelante signora, rimasta finora anonima.

Non è la prima volta che succede un fatto del genere. Sempre in Germania, a Dusseldorf nel 1986 un’altra opera, dal titolo emblematico, A grease stain (“una macchia di grasso”) fu accidentalmente rimossa anche quella volta da una donna delle pulizie.

Che sia il caso di iniziare a pensare d’inserire corsi di arte contemporanea per la formazione del personale delle ditte di pulizie?

Ricerca

Le notizie del giorno