Un agente è stato picchiato da un branco dopo il suo intervento

·1 minuto per la lettura
Carabiniere massacrato
Carabiniere massacrato

A Castellammare di Stabia un carabiniere è stato massacrato di botte da un branco dopo essere intervenuto per sedare una rissa. Ha tentato di placare gli animi, ma è stato immediatamente circondato dal branco, che si è sfogato su di lui colpendolo con sedie e caschi. L’episodio è successo la sera del 31 Luglio intorno a mezzanotte nei pressi di piazza Principe Umberto e la vittima è un carabiniere fuori servizio che ora è ricoverato all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia in gravi condizioni.

Carabiniere massacrato a Castellammare

Il carabiniere, durante la notte del 31 Luglio, è intervenuto nel pieno centro di Castellammare di Stabia per sedare una rissa. L’uomo è ricoverato in gravi condizioni perché ha riportato delle ferite molto profonde alla testa, con un’emorragia molto seria. Il militare, che era libero dal servizio e in borghese, era per strada quando è scoppiata una rissa davvero incontenibile tra alcuni giovani del luogo. L’uomo si è avvicinato per fermare la rissa ma è stato aggredito dai partecipanti, che lo hanno circondato e picchiato selvaggiamente con caschi e sedie.

Il carabiniere ha perso conoscenza e gli aggressori sono scappati. Il militare è stato soccorso da alcuni testimoni, che hanno subito chiamato i soccorsi. L’ambulanza è arrivata dopo circa 30 minuti perché è rimasta bloccata nel traffico. Una volta in ospedale, i medici hanno capito che le condizioni erano molto gravi. Oltre alle contusioni, preoccupa in particolare modo la ferita alla testa e la grave emorragia. Al momento sono in corso le indagini e la rissa e l’aggressione potrebbero essere state riprese dalle telecamere.