Un agghiacciante reportage illustra le condizioni di degrado assoluto in cui molti cittadini vivono

·1 minuto per la lettura
Una delle agghiaccianti immagini di Peixoto
Una delle agghiaccianti immagini di Peixoto

Orrore puro post Covid nel Brasile dello scettico Bolsonaro , con le foto horror di persone alla ricerca di cibo tra le carcasse degli animali: una di quelle immagini è diventata lo scatto simbolo della povertà post pandemia. In Brasile ci sono più di 14 milioni di disoccupati, l’inflazione ha sforato dal 10% e la fame è tragedia vera e massiva.

Brasile, il cibo tra le carcasse degli animali: ecco cosa fanno pandemia e crisi economica

Persone che danno i figli in affido, persone che fanno la fila dalle 5 del mattino per scavare a mani nude ed insanguinate tra le carcasse degli animali scartate dalle “churrascherie” e dai punti vendita giorni prima. A Rio de Janeiro accade anche questo, e la zona della Sud della città è diventata un girone infernale.

Cibo tra le carcasse degli animali in Brasile: il giro mattutino di Josè

Un parcheggio è diventato luogo di raduno. Poi arriva Josè Divino Santos: l’uomo fa incetta di tutti gli scarti delle macellerie e dei supermercati della città, carica quelle ossa e quelle cartilagini spolpate e maleodoranti sul furgone e le distribuisce a chi ne ha bisogno. È il soggetto del reportage del fotografo Domingos Peixoto e del reporter Rafael Nascimento de Souza.

Il servizio horror di Extra sul Brasile: alla ricerca di cibo tra le carcasse degli animali

Quel servizio è in pagina sul giornale Extra dal titolo “Brasile 2021: il dolore della fame, che ha creato choc in tutto il Paese”. Immagini che non avremmo mai voluto vedere ma che danno la cifra di quanto pandemia sottovalutata e povertà siano una combo micidiale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli