Un anno di Covid sul volto di un'infermiera: il prima e dopo shock

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Dal profilo Twitter di Kathryn Niveyy
Dal profilo Twitter di Kathryn Niveyy

Il bilancio di un anno di Coronavirus? E' scritto tutto nel volto di questa infermiera, nei segni lasciati sulla sua pelle da mesi di lavoro estenuante, da turni di lavoro massacranti, da mascherine, tute e visiere diventate un'uniforme da indossare ore e ore.

UN ANNO DI CORONAVIRUS - DOMANDE E RISPOSTE

Il confronto impressionante

Kathryn Niveyy è una giovane infermiera del Tennessee che ha iniziato il suo lavoro in corsia un anno fa, poco prima della pandemia che ha travolto il mondo. Ora, a distanza di 12 mesi, fa il suo personale resoconto di com'è andata pubblicando su Twitter la foto nel giorno della sua laurea e accanto quello di oggi con la descrizione "com'è iniziata" e "come sta andando". Il confronto è impressionante. Il suo sorriso entusiasta e l'espressione distesa hanno lasciato il posto a uno sguardo stremato, a occhiaie, a ferite. "E' stato devastante vedere morire le persone quando quelle morti potevano essere evitate ed è ancora più devastante vederle morire nello stesso modo, volta dopo volta", scrive in una serie di tweet.

Nonostante ciò, Kathryn non vorrebbe essere in alcun altro posto. "Amo essere un'infermiera. Non mi aspettavo esattamente di diventarlo nel bel mezzo di una pandemia altamente politicizzata, ma la vita ti sorprende velocemente e anche in questo caso, non c'è nient'altro che vorrei fare. Prendersi cura degli ammalati è un onore e i miei pazienti li custodisco".

GUARDA ANCHE: Il messaggio di un’infermiera ai negazionisti

Un monito per i negazionisti

Il suo confronto fotografico è anche un monito per tutti coloro che dicono "il virus non esiste" o ne minimizzano gli effetti. Quanto sia devastante lo si vede da quelle immagini poste una accanto all'altra. "Il Covid è una malattia brutale e non lo auguro nemmeno al mio peggior nemico. Per favore, dovete capire che non state solo proteggendo voi stessi, ma le persone intorno a voi", è il messaggio accorato di Kathryn.

Il suo bilancio di un anno di Covid è stato condiviso migliaia di volte e molti suoi colleghi hanno scelto di fare lo stesso, postando foto di com'erano e come il virus li ha trasformati.

GUARDA ANCHE: Jovanotti ai medici: “State facendo la storia”