Un astronauta europeo potrebbe andare sulla Luna

C. CARREAU / EUROPEAN SPACE AGENCY / AFP

AGI - "Non vediamo l'ora che un astronauta dell'ESA si unisca a noi sulla superficie della Luna e continui a costruire sulla nostra partnership di lunga data e fondamentale".

Lo ha detto l'amministratore della NASA Bill Nelson nel corso della sua visita alla riunione del Consiglio dell'ESA a ESA/ESTEC, Paesi Bassi.

"Stiamo viaggiando più lontano che mai nel cosmo - e sia sulla ISS in orbita terrestre bassa, sulla Luna attraverso le nostre missioni Artemis, su Marte e oltre, la partnership scientifica ed esplorativa della NASA e dell'ESA ci mostra cosa è possibile quando lavoriamo insieme per sviluppare scienza e tecnologia rivoluzionarie a beneficio dell'umanità. La NASA conta sulla cooperazione con l'ESA per promuovere l'esplorazione della Luna attraverso il programma Artemis. Il modulo di servizio europeo è la centrale elettrica della navicella Orion, fornendo ai nostri astronauti capacità di manovra nello spazio, supporto vitale e potenza che trasporteranno in sicurezza i nostri astronauti sulla Luna e tornano a casa sulla Terra", ha spiegato Nelson.

La fornitura a lungo termine di moduli di servizio da parte dell'ESA per la navicella spaziale Orion garantisce che il programma Artemis della NASA possa inviare astronauti sulla Luna e oltre.

L'ESA fornisce già moduli di servizio come parte del suo contributo per il programma della Stazione Spaziale Internazionale e ora è in atto un accordo per far volare tre astronauti dell'ESA a bordo di Orion verso l'avamposto nello spazio profondo che i partner internazionali stanno costruendo e noto come il Gateway.

Questa partnership strategica sta ora aprendo la strada al primo astronauta europeo in assoluto ad atterrare sulla Luna. Un viaggio sulla superficie della Luna per un europeo potrebbe essere il vantaggio di nuovi contributi dell'ESA ad Artemis.

I contributi europei potrebbero includere la consegna di merci e infrastrutture sulla Luna da parte dell'European Large Logistic Lander (EL3) che si chiamerà Argonaut, servizi di comunicazione e navigazione attraverso il proposto Moonlight proposto, nonché scienza e tecnologia per l'esplorazione della superficie.

Questi progetti, tra gli altri, saranno discussi al Consiglio dei ministri dell'ESA a Parigi entro la fine dell'anno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli