Un autobus è finito contro un albero a Roma. 29 feriti

Un autobus della linea 301 è andato a sbattere contro un albero in zona Cassia, a Roma, per cause ancora da accertare. L'incidente è avvenuto alle 9, in via Cassia 484. La Procura ha disposto il sequestro del mezzo. I feriti - tra cui c'è l'autista - sono ventinove, nove dei quali in codice rosso. Nessuno però è in pericolo di vita. Sono in corso i rilievi da parte della Polizia Locale del Campidoglio per accertare la dinamica dell'incidente. Non sarebbe ancora possibile al momento stabilire la causa del sinistro.

L'Ares 118 ha inviato sul posto 12 ambulanze per prestare le prime cure ai feriti. Il personale medico e infermieristico, dopo aver effettuato il triage e la stabilizzazione dei pazienti, ha trasportato i feriti verso gli ospedali della Capitale. Nessuno appare in gravi condizioni, comunica in una nota la Regione Lazio. "Voglio ringraziare - commenta l'assessore alla Sanita' della Regione Lazio, Alessio D'Amato - gli operatori dell'Ares 118 e il personale medico che negli ospedali si sta prendendo cura dei feriti nell'incidente. Valuteremo nelle prossime ore la loro evoluzione clinica con la massima attenzione".

Nello specifico si tratta di 3 codici gialli e 1 codice rosso (dinamica da impatto) trasportati al Policlinico Gemelli, 1 codice giallo e due codici rosso (dinamica da impatto) all'ospedale San Pietro, 1 codice giallo ed 1 codice rosso (dinamica da impatto) al San Filippo Neri, 2 codice rosso (dinamica da impatto) 1 codice giallo e 1 codice verde al Sant'Andrea, 1 codice giallo e 1 codice rosso (dinamica da impatto) al Santo Spirito, 2 codici giallo 2 codice rosso (dinamica da impatto) e 1 codice verde al Policlinico Umberto I, 1 codice giallo e 1 codice verde all'ospedale San Giovanni e 4 codici gialli e 3 codici verdi al Fatebenefratelli Isola-Tiberina. I pazienti a cui e' stato dato codice rosso sono quelli che si trovavano nella parte anteriore del bus: non corrono pericolo di vita e, al momento, non hanno compromissione di parametri vitali. Rimangono 4-5 persone in trattamento e valutazione sul posto. 

Nelle prossime ore si procederà inoltre alla raccolta delle testimonianze delle persone presenti sul luogo dell'incidente e a bordo dell'autobus. Non è escluso, secondo quanto si apprende, che possa essere analizzato anche il telefonino del conducente per verificare eventuali chiamate o messaggi. L'autista verrà sottoposto anche ad esami tossicologici previsti di prassi in casi di incidenti in servizio e sarà verificato se fosse sotto effetto di alcol.

L'Atac ha avviato una indagine interna per accertare le ragioni dell'incidente, anche ai fini dell'individuazione di eventuali profili di responsabilità, e si scusa con i passeggeri coinvolti.