Un battello con 30 persone a bordo ha centrato un altro natante vicino Shibchar

·2 minuto per la lettura
Dolore sul fiume
Dolore sul fiume

Bangladesh, violentissimo scontro fra due barche sul fiume Padma: il bilancio è di almeno 25 morti. Lo riferisce la polizia locale alle agenzie, parlando di un incidente causato dalla violenta collisione fra due battelli sul grande fiume della zona centrale del paese indiano. La nota degli operanti è stringata e per certi versi agghiacciante: “Abbiamo salvato cinque persone e recuperato 25 corpi”. Parole queste pronunciate da Miraz Hossain, che è il il capo del dipartimento di sicurezza locale.

Bangladesh, scontro fra due barche sul fiume Padma: almeno 25 morti a Shibchar

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto una barca con almeno 30 passeggeri a bordo si è scontrata con un altro natante nel tratto in cui il fiume compie una grossa ansa, nelle adiacenze dell’immensa area suburbana della città di Shibchar. Purtroppo il Bangladesh, in quanto a incidenti fluviali, detiene un tristissimo primato che si somma allo storico di altri disastri non meno tremendi.

Bangladesh, scontro fra due barche sul fiume Padma: almeno 25 morti, il triste primato

La regione è infatti letteralmente intersecata da alcuni dei più grandi corsi d’acqua del sub continente indiano, ha una densità abitativa altissima, tecnologie obsolete ed una costante presenza di nebbia dovuta sia a cause naturali che alle attività umane che brulicano sulle sponde dei suoi fiumi. E sono fiumi che, come nel 2019, inghiottono addirittura treni interi . A questo va aggiunta la scarsa manutenzione delle barche e una legislazione molto morbida in quanto a regole di cantieristica.

Bangladesh, scontro fra due barche sul fiume Padma: almeno 25 morti, i precedenti

Solo per fare un esempio: il tonnellaggio delle chiatte da sabbia è talmente maggiorato che spesso le stesse navigano con il bordo a pelo d’acqua. E i precedenti che avvalorano questa tesi non mancano: neanche un mese fa più di 30 persone morirono nello scontro fra un traghetto affollato da circa 50 passeggeri provenienti da Narayanganj ed una nave da carico piena di materiale di risulta dei cantieri edilizi. A giugno del 2020 invece un traghetto affondò a Dacca dopo essere stato colpito a poppa da un’altra imbarcazione: in quell’occasione persero la vita 32 persone. Le autorità sono comunque imegnate ancora nella ricerca di eventuali superstiti. Secondo le agenzie locali un tratto del fiume è stato circondato da battelli di soccorso che sondano il fondo limaccioso.