Un bimbo è annegato in una piscina durante una festa di nozze a Pozzuoli

Un bambino che doveva ancora compiere 4 anni è annegato durante una festa di nozze nella piscina di una struttura ricettiva di Pozzuoli, nel napoletano. La tragedia è accaduta intorno all'una di notte. A notarlo, già esanime, è stata un'animatrice che si è tuffata e ha tentato di soccorrerlo. È il secondo di tre figli di una coppia di Maddaloni, vicino a Caserta, a quanto scrive Il Mattino. Il piccolo è stato portato all'ospedale Santa Maria delle Grazie, ma per lui era già troppo tardi. Il giornale napoletano racconta dello "strazio all'esterno dell'ospedale dove sono giunti i genitori, i familiari e la coppia di sposi ancora sotto choc".Il bambino fino a poco prima era stato visto giocare con altri suoi coetanei proprio nei pressi della piscina in cui poi è stato trovato a faccia in giù. Poi si è allontanato per poi, forse, tuffarsi. La procura ha disposto il sequestro della struttura e aperto un fascicolo. Disposta l'autopsia sul corpo del piccolo. Ascoltati i genitori e tutti i presenti.

Un bambino che doveva ancora compiere 4 anni è annegato durante una festa di nozze nella piscina di una struttura ricettiva di Pozzuoli, nel napoletano. La tragedia è accaduta intorno all'una di notte. 

A notarlo, già esanime, è stata un'animatrice che si è tuffata e ha tentato di soccorrerlo. È il secondo di tre figli di una coppia di Maddaloni, vicino a Caserta, a quanto scrive Il Mattino. Il piccolo è stato portato all'ospedale Santa Maria delle Grazie, ma per lui era già troppo tardi. Il giornale napoletano racconta dello "strazio all'esterno dell'ospedale dove sono giunti i genitori, i familiari e la coppia di sposi ancora sotto choc".

Il bambino fino a poco prima era stato visto giocare con altri suoi coetanei proprio nei pressi della piscina in cui poi è stato trovato a faccia in giù. Poi si è allontanato per poi, forse, tuffarsi. La procura ha disposto il sequestro della struttura e aperto un fascicolo. Disposta l'autopsia sul corpo del piccolo. Ascoltati i genitori e tutti i presenti.