Un cane è morto dopo aver ingerito droga

·2 minuto per la lettura
cane ingerisce droga
cane ingerisce droga

Cane ingerisce un etto di droga nascosto nel pane e muore. È una storia triste quella di Margot, che ha perso la vita nel giardino della casa in cui viveva con i suoi padroni. Un attimo le è stato fatale. La colpa è forse di alcuni spacciatori, che incuranti del pericolo e dei gravi rischi del gesto avrebbero lanciato la droga nel giardino in cui Margot era solita correre e giocare.

Cane ingerisce droga e muore

Sono spesso i cani, come altri animali domestici, a subire le cattiverie degli esseri umani. C’è chi viene maltrattato e chi abbandonato, come la piccola Preziosa. C’è persino chi viene ucciso dalla crudeltà umana.

È questa la storia di Margot, un cane che viveva con una famiglia di Ceriano Laghetto, comune in provincia di Monza e Brianza, poco distante da Milano. L’animale si sarebbe avvicinato a del pane trovato in giardino. Dopo averlo annusato, lo ha mangiato, ma l’ingente quantità di droga nascosta al suo interno non ha lasciato scampo alla povera Margot.

Cane ingerisce droga e muore: la dinamica

Il pane contenente della droga sarebbe finito nel giardino dei padroni di Margot a causa di alcuni spacciatori. Così, infatti, sarebbe emerso dalle prime ricostruzioni dell’episodio. A Ceriano Laghetto e nei comuni limitrofi gli spacciatori sono soliti ritrovarsi tra i boschi del Parco delle Groane.

Oltre ai numerosi servizi televisivi, quotidianamente polizia e carabinieri sono impegnati per sgomberare e ripulire la zona. Sembra che durante un inseguimento gli spacciatori abbiano lanciato la merce che avevano con sé, la quale è finita proprio nel giardino di Margot. Così avrebbero cercato di sbarazzarsi della droga e fuggire dai carabinieri.

Cane ingerisce droga e muore: le parole del vicesindaco

Dante Cattaneo, il vicesindaco di Ceriano Laghetto, ha commentato l’accaduto. “La famiglia di Margot mi ha raccontato questa triste vicenda. Abbiamo deciso di renderla pubblica per mantenere alta l’attenzione sulla droga, lo spaccio, il consumo che tocca fasce d’età sempre più giovani”, ha dichiarato.

Poi il vicesindaco ha fatto sapere: “Non conosciamo esattamente la dinamica dell’accaduto, ma il cane è morto per aver ingerito un etto di droga. A Ceriano, grazie al lavoro svolto con le forze dell’ordine e i volontari, lo spaccio nel Parco Groane è stato debellato. Ma nei comuni limitrofi continua, uccidendo non solo i nostri ragazzi ma anche i nostri animali”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli