Un cavillo molto particolare nelle norme anti-Covid

·2 minuto per la lettura
Golf Dpcm
Golf Dpcm

Tra zone rosse e nuovi Dpcm la confusione è sempre più grande, soprattutto se si trovano dei cavilli molto particolari nelle norme stabilite dal Governo. Con il Dpcm del 7 novembre ci sono stati dei problemi, perché a quanto pare qualcuno può girare per l’Italia, indipendentemente dalle zone rosse, apparentemente senza motivo.

Problemi nel Dpcm

Cosa sta succedendo nella scelta delle norme anti-Covid da mettere in vigore? Nella circolare del 7 novembre 2020 della Federazione Italia Golf si è notata una particolarissima falla in uno degli ultimi Dpcm. Qualcosa non torna in quello che è stato scritto, soprattutto nel capitolo che riguarda le Regioni con il rischio contagi più alto. I confini, in teoria, dovrebbero essere chiusi, ma le persone che giocano a golf pare possano viaggiare anche nelle zone rosse. Nella circolare, che fa riferimento all’ultimo Dpcm di Giuseppe Conte, si fa riferimento anche alla possibilità di spostarsi se si gioca a golf. “Le competizioni sportive riconosciute di interesse nazionale con provvedimento del Coni e del Cip organizzate dalla Federazione, organizzate da organismi sportivi internazionali, senza la presenza di pubblico e nel rispetto del protocollo e delle linee guida emanati dalla Federazione o dall’ente organizzatore” si legge nella circolare.

Fino a qui non c’è nulla di strano, ma in molti hanno notato che è stato dato l’ok alle sessioni di allenamento per tutti i golfisti, professionisti e non, a patto che le competizioni siano a porte chiuse. A quanto pare vengono consentiti gli spostamenti tra le Regioni, indipendentemente dal loro colore. La mazza da golf sembra diventare automaticamente una sorta di lasciapassare per girare tranquillamente per le Regioni italiane. “A questo punto se io sono un giocatore di golf e devo andarmene in giro per fatti miei, mi metto la sacca con le mazze in borsa, dico che sto andando a giocare a golf nel resort X e invece me ne vado in giro. Se mi fermano uso la mazza da golf come giustificazione. Questa mi mancava… Questa cosa del golf è decisamente una cosa un po’ grottesca…” ha commentato l’editore Alberto Castelvecchi, che è stato ospite di Omnibus su La7.