Un chiosco non ha il pos: l'influencer Rita Capparelli ha chiamato la Finanza

Rita Capparelli
Rita Capparelli

L’influencer e TikToker Rita Capparelli, in vacanza a Sassari, ha chiamato la guardia di Finanza quando il proprietario di un chiosco si è rifiutato di farla pagare con il pos.

Rita Capparelli chiama la Finanza

L’influencer e Tiktoker Rita Capparelli è in vacanza a Stintino, in provincia di Sassari, e ha “ingaggiato battaglia” contro il proprietario di un chiosco che si sarebbe rifiutato di farla pagare con il pos. L’influencer ha chiamato la Guarda di finanza e a seguire si è sfogata sui social:

“Siamo stati costretti a pagare lettini e ombrelloni, in totale 100 euro, con i contanti perché non avevano il Po (…) Non mi è andato giù, ma ho ingoiato il rospo”, ha tuonato l’influencer, che ha anche aggiunto di aver vissuto una scena simile poco dopo per una semplice bottiglia d’acqua. Per tutta risposta il proprietario del chiosco le avrebbe detto: “Tanto sono 30 euro di multa più il 4% di quello che dovevi prendere”.

Rita Capparelli allora ha continuato: “Avrebbe potuto darmi la bottiglia d’acqua, invece mi ha risposto di cercare un bar che avesse il Pos. Così gli ho detto che avrei chiamato la Finanza e lui è andato in escandescenza”.

La ragazza alla fine ha intimato ai fan di chiamare la Finanza quando capitino episodi di questo tipo: “Pagare con la carta è un diritto e io lo pretendo. Se vi succede, chiamate la Finanza e così avrete fatto il vostro. Se tutti facessero le segnalazioni, non sarebbero solo 30 euro di multa, ma molti di più”.