Un commerciante 55enne dell’Emilia Romagna ne aveva sfasciato uno sotto la sua proprietà

Un nido di rondini
Un nido di rondini

Distrugge un nido di rondini a Rimini: va a processo e rischia fino a tre anni di carcere: i media spiegano che un commerciante 55enne dell’Emilia Romagna ne aveva sfasciato uno sotto la sua proprietà ma era stato segnalato da una delle donne delle pulizie che lavora proprio all’interno del centro commerciale della Valmarecchia in cui si trova l’esercizio del futuro indagato. Sempre lo storico della vicenda parla delle lamentele del 55enne con il responsabile dello stabile e con gli altri vicini di bottega a causa degli escrementi deposti dagli uccelli davanti all’ingresso.

Distrugge un nido di rondini: a processo

Poi però, ad agosto del 2020, l’uomo pare avesse deciso di passare alle vie di fatto e quel nido era sparito misteriosamente. La donna delle pulizie era in ansia per la coppia di volatili e per i tre pulcini ed aveva girato questa sue preoccupazioni ai volontari dell’Ente nazionale protezione animali. Questi ultimi avevano allertato i Carabinieri Forestali e la vicenda era diventata fascicolo. I militari avevano setacciato i filmati delle telecamere di sorveglianza e individuato il frame in cui il commerciante distrugge il nido.

Le immagini che incastrano l’imputato

Le immagini sono state inviate anche all’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale di Bologna per una consulenza sulla tipologia e l’età degli uccelli. Gli esperti hanno subito identificato la specie a cui appartenevano i pulci, ovvero la Hirundo rustica: un uccello migratore che nel nostro Paese è protetto dalla legge. L’uomo adesso è imputato come oppositore ad un decreto penale di condanna già emesso dal Gup.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli