Un controllo effettuato in una scuola in Australia

·1 minuto per la lettura
Studentesse
Studentesse

The Indipendent ha riportato una storia davvero incredibile accaduta in una scuola di Melbourne, in Australia. Le protagoniste sono delle studentesse con un’età compresa tra i 12 e i 13 anni, che sono state costrette ad inginocchiarsi davanti all’insegnante per farsi misurare la lunghezza della gonna.

Studentesse costrette ad inginocchiarsi

Una scuola di Melbourne, in Australia, si è scusata per aver fatto inginocchiare forzatamente un gruppo di ragazze tra i 12 e i 13 anni per controllare la lunghezza delle loro gonne. Sul sito della scuola si legge che le gonne indossate devono arrivare alle ginocchia. Un insegnante si è permesso di chiedere alle ragazze di mettersi in fila e di inginocchiarsi davanti a lui per vedere se le loro gonne toccavano per terra oppure no. Il fatto ha spinto più di 150 genitori di alunni del Brighton Secondary College, a Brighton East, di rivolgersi ai social media. L’atto è stato definito “patriarcale“, “umiliante” e “arcaico“.

Un genitore ha voluto sollevare questa questione e ha scritto una mail direttamente alla scuola. Si è definito “sconvolto da questo atto umiliante e arcaico di pubblica vergogna“. “Non voglio davvero che questo accada di nuovo alle ragazze del BSC. È semplicemente sbagliato” ha aggiunto il genitore. Il preside della scuola Pat Gargano ha dichiarato a new.com.au che la scuola “si è scusata senza riserve” per quello che è stato definito un incidente. “Non rifletteva i valori della scuola di rispetto, empatia e integrità” ha aggiunto. Questo avvenimento ha fatto immediatamente il giro del web, grazie ai genitori che hanno voluto denunciare pubblicamente quanto accaduto.