Un giovane calciatore è stato aggredito

·2 minuto per la lettura
Polizia
Polizia

Un giovane calciatore della Primavera del Bologna è stato picchiato dal branco dopo una lite scoppiata in discoteca. Il giovane è finito in ospedale.

Bologna, giovane calciatore picchiato dal branco dopo una lite in discoteca

Un giovane calciatore della Primavera del Bologna è stato picchiato a sangue da un branco, fuori da una discoteca in cui era scoppiata una lite. Il ragazzo è finito all’ospedale, dove lo hanno sottoposto ad un intervento chirurgico per ricostruirgli la mandibola rotta. L’episodio, come riportato dal Resto del Carlino, è accaduto sabato sera, 6 novembre. Il 19enne stava trascorrendo la serata al Numa Club di via Maserati insieme ai compagni di squadra, agli amici e alle fidanzate dopo la partita contro il Cagliari.

Bologna, giovane calciatore picchiato: la lite in discoteca

Il gruppo del calciatore ha avuto un litigio con un altro gruppo di coetanei di origine magrebina. Qualche parola di troppo, qualche provocazione, qualche spintone, poi tutto è degenerato. I giocatori hanno chiesto l’intervento della sicurezza, che ha allontanato l’altro gruppo. Quando il ragazzo ha lasciato la sua compitiva per tornare a casa erano le 5.30. Dopo essere uscito dal locale si è fermato da solo ad attendere la madre, che lo stava andando a prendere. Improvvisamente è stato aggredito dai cinque ragazzi con cui aveva litigato, che si erano appostati fuori per vendicarsi.

Bologna, giovane calciatore picchiato: è finito in ospedale

Il confronto non è stato alla pari. Loro erano in cinque, lui era da solo. Gli hanno rotto la mandibola e un dente. Il ragazzo è stato ricoverato all’Ospedale Maggiore e domenica mattina è stato operato dall’equipe di chirurgia maxillo-facciale. La polizia è intervenuta sul posto e ha acquisito testimonianze ed immagini delle telecamere. Un componente del gruppo di aggressori è già stato individuato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli